CONSIGLI

  • SCELTA DELLO PNEUMATICO


    Per montaggi su un assale STERZANTE, si deve:

    Usare solo una scultura di battistrada "S". Queste sculture di battistrada sono progettate e realizzate per far fronte a sollecitazioni e tensioni specifiche sugli assali sterzanti dell'autocarro: carico dinamico, geometria dell'assale, alto chilometraggio, ecc.
    Si sconsiglia di montare pneumatici ricoperti sull'assale anteriore dei veicoli a motore.

    In caso di montaggio di pneumatici su un assale MOTORE si deve:

    Usare solo pneumatici con scultura di battistrada "D" o "S". Le sculture di battistrada "D" sono progettate per far fronte alle sollecitazioni specifiche degli assali motori: coppia motore e frenante, montaggio gemellato, il più alto carico per assale di tutta la combinazione dell'autocarro. Gli pneumatici con scultura di battistrada "S" possono essere montati su assali motori, ma occorre prendere probabilmente in considerazione la resa chilometrica. Le sculture di battistrada "D" offrono prestazioni ottimizzate nei settori della trazione e della durata dello pneumatico rispetto alle sculture di battistrada "S".

    Per equipaggiare un assale TRAINATO si deve:

    Usare solo pneumatici con scultura di battistrada "T" o "S". Queste scultura di battistrada sono progettate per far fronte alle sollecitazioni e tensioni specifiche degli assali trainati: carichi statici e dinamici, depurazione, elevato chilometraggio sugli assali centrali, ecc. Gli pneumatici con una scultura di battistrada "T" hanno indici di carico e categorie di velocità adatti ai rimorchi o semirimorchi. Quando si monta pneumatici con scultura di battistrada "S", verificare che l'indice di carico e la categoria di velocità siano conformi alle esigenze dell'assale e che non vi sia alcuna scultura di battistrada "T" che sarebbe meglio adatta alle sollecitazioni e tensioni specifiche degli assali trainati. Gli pneumatici con battistrada "T" non devono mai essere usati sugli assali motori o sterzanti anteriori.

    Pneumatici con la marcatura FRT:

    La marcatura FRT (Free Rolling Tyre) è prevista dal Regolamento 54: Marcatura 3.1.15. La presenza della marcatura "FRT" denota pneumatici appositamente progettati  per assali da rimorchio (pneumatici per assali trainati). Questo regolamento si applica a tutti i nuovi pneumatici usati in Europa, il che significa che gli pneumatici con la marcatura FRT sono autorizzati solo per essere montati su assali trainati.

    Non possiamo essere ritenuti responsabili per le conseguenze di eventuali danni subiti durante la guida, se le istruzioni vengono ignorate.

     Uno pneumatico "FRT" può essere montato sull'ultimo assale posteriore non motore di un autoveicolo.

  • MONTAGGIO, STOCCAGGIO E MANUTENZIONE



    Consultare ogni specifica normativa nazionale per il montaggio degli pneumatici e si noti che si può richiedere il montaggio dello stesso tipo di pneumatici sul medesimo assale.

    Ciò significa che è possibile montare pneumatici con differenti battistrada, se hanno:

    La stessa marca,

    Le stesse dimensioni,

    La stessa struttura (radiale o diagonale),

    La stessa categoria d'uso (pneumatici stradali, specializzati, da neve con marcature 3PMSF e M+S)
    Con gli stessi indici della capacità di carico,
    E la stessa categoria di velocità.

    Tuttavia, per ottenere prestazioni ottimizzate, si consiglia di montare pneumatici con lo stesso battistrada sul medesimo assale.
    Se ciò non fosse possibile, si consiglia di montare pneumatici gemellati dello stesso tipo.

    Rispetta le posizioni, il senso di montaggio, il senso di rotazione e le eventuali relative istruzioni, se menzionate sui fianchi dello pneumatico.

    MONTAGGIO DEI PNEUMATICI RISCOLPITI

    Il Regolamento europeo n. 109 afferma:
    Primo caso: MONTAGGIO UNIFORME (RICOPERTO - RICOPERTO) SULL'ASSALE

        Le caratteristiche tecniche degli pneumatici ricoperti montati su un veicolo devono essere identiche:

                        1.  marca ricoperta

                        2. dimensione dello pneumatico

                        3.  struttura dello pneumatico

                        4.  categoria di velocità e indici di carico dello pneumatico                        

                        5.  tipo di battistrada dello pneumatico

               2. È SCONSIGLIATO di montare pneumatici ricoperti da diversi ricostruttori sullo stesso assale, indipendentemente dalla marca della carcassa.


               3. È AUTORIZZATO di montare pneumatici ricoperti dagli stessi ricostruttori, indipendentemente dalla marca della carcassa.
    Secondo caso: MONTAGGIO MISTO (NUOVO E RICOPERTO) SULLO STESSO ASSALE
    Si consiglia di mischiare pneumatici sullo stesso assale se:

                1. La marca dello pneumatico nuovo e di quello ricoperto è la stessa.

                2. La marca delle carcasse è la stessa.

                3. Le seguente caratteristiche tecniche dello pneumatico nuovo e di quello ricoperto sullo stesso asse sono identiche:
                                1. Dimensioni dello pneumatico, Struttura (radiale o diagonale),

                                3. Categoria di velocità e indice di carico,

                                4. Tipo di battistrada (strada, fuoristrada, marcatura 3PMSF e M+S).

    Gli pneumatici ricoperti sono progettati e fabbricati per essere utilizzati su assali motori e assali trainati.
    Si sconsiglia il montaggio di pneumatici ricoperti sull'assale sterzante anteriore dell'autocarro.
    Fare riferimento a ciascuna specifica normativa nazionale relativa al montaggio di pneumatici ricoperti sullo stesso assale.

    MANUTENZIONE
    Si consiglia di ispezionare per rilevare:
    Qualsiasi usura irregolare, foro, taglio, deformazione visibile sulle spalle dello pneumatico, sui fianchi oppure nella area della flangia
    Qualsiasi danno al cerchione con un professionista dello pneumatico.
    Non mettere mai di nuovo in circolazione sulla strada uno pneumatico se c'è un danno qualsiasi, ad esempio un filo di tallone esposto o deformato, tela o gomma staccata, danni causati da grasso o sostanze corrosive, screziature o abrasione della gomma interna dopo ogni guida con pneumatici sotto-gonfiati. Gli pneumatici che presentano uno dei suddetti danni devono essere smontati, demoliti e trattati come rifiuti. Assicurarsi che il tappo della valvola sia in buono stato ad ogni ispezione del veicolo. In caso di dubbio, sostituirlo.
    La rotazione degli pneumatici è un'operazione consistente nello smontare lo pneumatico da una posizione sul veicolo e nel rimontarlo in un'altra.
    Girare lo pneumatico sul cerchione è un'operazione consistente nel rimuovere lo pneumatico dal cerchione e nel rimontarlo al contrario.

    STOCCAGGIO
    Condizioni per un buono stoccaggio degli pneumatici:
    Locale pulito, asciutto, temperato e ben ventilato, al riparo dalla luce diretta del sole e dalle intemperie.
    Ben lontano da qualsiasi sostanza chimica, solvente o idrocarburo che possa modificare la natura della gomma.
    Ben lontano da qualsiasi oggetto che possa penetrare nello pneumatico (puntale metallico, legno, ecc.).
    Ben lontano da qualsiasi fonte di calore, fiamma, corpo incandescente, materiale che potrebbe emettere scintille o scariche elettriche e da qualsiasi fonte di ozono (trasformatori, motori elettrici, saldatrici, ecc.).
    Quando sono stoccati in pile, assicurarsi che gli pneumatici non siano deformati. Se devono essere stoccati a lungo, ruotare gli pneumatici (invertire l'ordine degli pneumatici nelle pile), in modo da poter estrarre prima quelli meno recenti. Evitare di comprimere gli pneumatici sotto altri oggetti.

  • PROFONDITÀ DELLA SCULTURA DI BATTISTRADA SULLO STESSO ASSALE
    Si consiglia che la differenza tra le profondità delle principali scanalature in due pneumatici montati sullo stesso assale non superi 5 mm nella stessa fase di vita (riscolpito / non-riscolpito).

    USURA DELLO PNEUMATICO
    La profondità delle principali scanalature in quattro punti uniformemente distribuiti sulla circonferenza dello pneumatico non deve essere inferiore a un millimetro in più di uno di questi punti.
    Se è stato raggiunto lo stato di usura legale oppure il limite tecnico, gli pneumatici devono essere smontati e sostituiti in adempimento alla normativa nazionale vigente.
    Fare riferimento a ciascuna specifica normativa nazionale per i criteri di rimozione degli pneumatici usurati

    RIPARAZIONI DEGLI PNEUMATICI

    Nel corso della sua vita, lo pneumatico è sottoposto ad una serie di sollecitazioni e può essere danneggiato in diversi modi.
    È pericoloso ignorare uno pneumatico danneggiato.
    I nostri pneumatici per autocarro possono essere riparati in determinate condizioni.
    Tuttavia, non tutti i tipi di danni possono essere riparati.
    La riparazione di uno pneumatico è un lavoro per professionisti addestrati e qualificati. Il riparatore di pneumatici è l'unico responsabile della precisione e della qualità del lavoro svolto sullo pneumatico.
    La riparazione deve sempre essere preceduta dalla rimozione dello pneumatico e da un controllo approfondito interno ed esterno attuato dal professionista.
    Se viene rilevato un danno che non può essere riparato, come ad esempio una flessione eccessiva della struttura di rinforzo a causa di un uso sgonfiato o molto sotto-gonfiato, lo pneumatico non deve essere riparato.

    PNEUMATICI INVERNALI PER AUTOCARRI
    Il simbolo M+S è una dichiarazione indipendente del produttore sulla base delle proprie norme non regolamentari.
    Il simbolo Alpine (3PMSF) viene assegnato se lo pneumatico supera un test di trazione in condizioni invernali, eseguito in conformità al regolamento UNECE 117.
    I risultati del test sono tangibili e comparabili. 3PMSF è l'unica norma reale per misurare la mobilità in inverno.

    MONTAGGIO DI UNO PNEUMATICO

    Prima di iniziare il montaggio di uno pneumatico, occorre stabilire la sua conformità e compatibilità con la ruota e il veicolo. Il corretto montaggio, attuato con i metodi di lavoro raccomandati e in linea con le norme di sicurezza vigenti, aiuta ad assicurare che lo pneumatico sarà utilizzato al suo pieno potenziale

    PRESSIONE DI GONFIAGGIO
    La pressione deve essere controllata in tutte le ruote del veicolo (compresa la ruota di scorta).
    Se la pressione di gonfiaggio è troppo bassa, il risultato è un aumento anormale della temperatura che può danneggiare i componenti interni.
    Questo danno è irreversibile e può causare la distruzione dello pneumatico e uno sgonfiaggio rapido.
    Le conseguenze di viaggiare a un'insufficiente pressione degli pneumatici non sono necessariamente immediate e possono anche diventare evidenti dopo aver corretto la pressione.
    Una pressione di gonfiaggio insufficiente aumenta notevolmente anche il rischio di aquaplaning.
    Un gonfiaggio eccessivo può causare una rapida e irregolare 'usura nonché una maggiore sensibilità agli urti (danni sul battistrada, cedimento della carcassa).
    Un gonfiaggio insufficiente:
    ha un impatto sulla manovrabilità del veicolo e la sua sicurezza,
    riduce la resistenza della carcassa, il che limita la possibilità di ricopertura.
    Controllare la pressione degli pneumatici quando essi sono freddi.
    La pressione aumenta durante l'uso: non ridurre mai la pressione se lo pneumatico è caldo.
    Non gonfiare di nuovo uno pneumatico che abbia viaggiato insufficientemente gonfiato senza un controllo approfondito sia dentro che fuori.
    Un gonfiaggio insufficiente può far salire la temperature a livelli anormalmente elevati con una degradazione termica dei componenti.

  • TLe proprietà della gomma evolvono con il tempo e dipenderanno da vari fattori come: il clima, le condizioni di stoccaggio (temperatura, umidità, posizione, ecc.) e di utilizzo (velocità, carico, pressione, ruote, ecc.).

    SCELTA DELLO PNEUMATICO PIÙ ADATTO
    Per garantire la massima sicurezza, l'affidabilità e l'efficienza del business è importante adattarsi alle specifiche dello pneumatico.
    Questo può essere realizzato rispettando determinati criteri di selezione.

    Fase 1: determinare le dimensioni corrette dello pneumatico
    Il fabbricante deve autorizzare la dimensione e questa deve almeno corrispondere alla capacità di carico massima dell'assale.
    Il carico massimo consentito sull'assale proposto dal costruttore del veicolo in relazione alle normative vigenti. Attrezzare questo assale con pneumatici che possano sostenere un carico maggiore non significa che un carico omologato dal costruttore del veicolo possa essere superato.
    Per ogni dimensione dello pneumatico ci sono una o più dimensioni di cerchione approvate corrispondenti: vedi il "Manuale standard" ETRTO e/o le raccomandazioni del costruttore del veicolo.
    Il montaggio di uno pneumatico su un cerchione non approvato può provocare danni alla ruota e/o allo pneumatico, un'impronta non ottimale e un lavoro anormale della carcassa, pregiudizievole per la sicurezza, manovrabilità, aderenza e longevità dello pneumatico.

    Fase 2: definire il corretto uso dello pneumatico
    Per selezionare lo pneumatico giusto, occorre tener conto del tipo di uso e dei vantaggi di ciascuna delle gamme.

    Fase 3: individuare il vantaggio giusto
    I nostri pneumatici offrono diversi vantaggi a seconda delle esigenze specifiche degli operatori.

    Fase 4: selezionare la buona scultura di battistrada
    Ci sono regole che devono essere rispettate nello scegliere la scultura di battistrada degli pneumatici.

GIVE ADVICE